Elisabetta Basile



Richiedi Info all'Artista

Si usano gli specchi per guardarsi il viso, e si usa l'arte per guardarsi l'anima.
(George Bernard Shaw) 

Sin da piccola, incomincia a sentire il richiamo dell'Arte, più di tutto le piace la figura, vorrebbe riuscire a cogliere, l'essenza della vita nelle persone. Incomincia come ritrattista.Frequenta il Liceo Artistico,prosegue gli studi frequentando anche L'Accademia di Belle Arti, diventando Scenografa. Per alcuni anni si dedica ad una compagnia teatrale, lasciando la pittura. parte per il nord, prima Roma, poi Milano, alla fine nel 1988 in Piemonte.In Piemonte conosce altri pittori, ed entra a far parte di un'associazione chiamata (Gli Amici Della Pittura).Espone con loro, in tutto il Piemonte facendosi apprezzare.Elisabetta nel frattempo è diventata sempre più sicura,riesce a mettere sulla tela ciò che vuole esprimere, nei suoi quadri si legge tutta la passione che ha per l'arte.Un male incurabile, la colpisce nel pieno della sua Arte, gli viene proibito pitturare.Lei come sempre,vince anche questa battaglia.Quando finalmente, ha il permesso di riprendere i colori, si accorge che la sua pittura adesso è più forte e decisa, come anche i temi che affronta, facendo di un quadro un libro, una storia intera, nascondendo tanti simbolismi che solo un occhio attento e critico coglie. Oggi fa parte " Del Cavalletto" la più famosa associazione del Piemonte, è la coordinatrice di un gruppo di pittori del Canavese , fa parte Del Grande Evento associazione di Ivrea.Fa parte anche dell'associazione culturale Carlin Bergoglio di Cuorgnè .Tutt'oggi espone in parecchie mostre ed è inserita in riviste e libri d'arte, come Ars& Arte, nei volumi di Accademia dei Bronzi col suo San.Giovanni Bosco, un poeta come Federico Astel un grande allievo di Guglielmo Ron ha scelto i suoi lavori per il suo libro di poesie. Ha vinto nel 2017 il concorso La finestra Eterea con quarto posto pittura. Le opere sono andate anche in riprese televisive, è Massimo Castelli un regista ha fatto un video solo per lei. Elisabetta racconta, nelle sue opere, la sofferenza. Sà cosa vuol dire avere una seconda possibilità e l'adopera nel modo migliore, godendo dell'arte e di tutto ciò che la circonda . Adesso si sta adoperando affinché nessun artista debba pagare per esporre la sua arte,creando un gruppo con altri pittori, dove l'aiuto reciproco è fondamentale.L'arte di Elisabetta è simbolica, concettuale, a volte onirica. Le sue opere sono un'espressione poetica espressa con colori armoniosi e abilmente bilanciati.Oggi scrivono di lei: " Elisabetta Basile è un'artista autentica, determinata. Affronta svariati temi pittorici con precisione definitiva. La sua arte è identificata perché possiede, una decisa, netta e lucida esaltazione della vita.